Gli squalificati dall'Eccellenza alla Seconda Categoria

I provvedimenti del Giudice Sportivo
I provvedimenti del Giudice Sportivo
- 85692 letture

l Giudice Sportivo del Comitato Regionale Puglia della Lega Nazionale Dilettanti, Avv. Angelo Maria Romano, assistito dal rappresentante dell’A.I.A., Sig. Pasquale Cariello (Delegato del CRA Puglia), nella seduta del 5/12/2017, ha adottato le decisioni che di seguito integralmente si riportano:

CAMPIONATO ECCELLENZA

GARE DEL 30/11/2017

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO CALCIATORI ESPULSI DAL CAMPO

SQUALIFICA PER UNA GARA/E EFFETTIVA/E

PETRACHI ANTONIO

(ATLETICO ARADEO)

 

 

 

GARE DEL 3/12/2017

DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO

PREANNUNCIO DI RECLAMO

Gara del 3/12/2017 OTRANTO - BITONTO.

Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Societa' U.S. BITONTO. si soprassiede ad ogni decisione in merito.  Nel relativo paragrafo, di seguito, si riportano i provvedimenti disciplinari assunti a carico di tesserati per quanto in atti.

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI SOCIETA'

AMMENDA

Euro 400,00 CORATO CALCIO 1946 A.S.D. Per presenza di soggetti estranei negli spogliatoi che proferivano espressioni irriguardose nei confronti dei componenti della terna arbitrale (1^ RECIDIVA).

A CARICO DIRIGENTI

INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA' FINO AL 7/ 1/2018

ZAGARIA ROSARIO NINO

(CORATO CALCIO 1946 A.S.D.)

 

 

 

A fine gara (vedi rapporto Commissario di Campo).

A CARICO CALCIATORI ESPULSI DAL CAMPO

SQUALIFICA PER DUE GARA/E EFFETTIVA/E

MOSCELLI FABIO

(BITONTO.)

 

MASTROPASQUA ARMANDO

(UNIONE CALCIO BISCEGLIE)

SQUALIFICA PER UNA GARA/E EFFETTIVA/E

PRENCIPE LUIGI

(ATLETICO VIESTE)

 

DE SANTIS NICOLA

(BITONTO.)

A CARICO CALCIATORI NON ESPULSI DAL CAMPO

SQUALIFICA PER UNA GARA PER RECIDIVA IN AMMONIZIONE (V INFR)

RONZINO SEBASTIANO

(BARLETTA 1922)

 

MARIANO FRANCESCO

(OTRANTO)

LIBERIO ANTONIO

(UNIONE CALCIO BISCEGLIE)

 

ARENA MATTEO

(VIGOR TRANI CALCIO)

CAMPIONATO PROMOZIONE

GARE DEL 2/12/2017

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DIRIGENTI

INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA' FINO AL 7/ 1/2018

TAURISANO ALESSANDRO

(BRINDISI FOOTBALL CLUB)

 

 

 

A CARICO DI ALLENATORI

SQUALIFICA FINO AL 14/12/2017

RUFINI DANILO

(BRINDISI FOOTBALL CLUB)

 

 

 

A CARICO CALCIATORI NON ESPULSI DAL CAMPO

AMMONIZIONE CON DIFFIDA (IV INFR)

BOUALAM ABAOU HAMADI

(BRINDISI FOOTBALL CLUB)

 

GIAQUINTO LUCA

(CAROVIGNO CALCIO)

GARE DEL 3/12/2017

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI SOCIETA'

AMMENDA

Euro 100,00 CITTA DI MASSAFRA Propri sostenitori lanciavano in campo un fumogeno acceso senza conseguenze.

Euro 100,00 SAVA Propri tifosi accendevano fumogeni in tribuna senza conseguenze.

A CARICO CALCIATORI ESPULSI DAL CAMPO

SQUALIFICA PER UNA GARA/E EFFETTIVA/E

DE MICHELE ALDO ANTONIO

(A. TOMA MAGLIE)

 

CICCARELLI ANTONIO

(ASCOLI SATRIANO)

MONOPOLI ANGELO GABRIELE

(ASCOLI SATRIANO)

 

ZECCHINO FRANCESCO

(CITTA DI MASSAFRA)

TOTARO MATTEO

(MONTE SANT ANGELO CALCIO)

 

LOSITO SAVINO

(REAL SITI)

ANDRISANI GIUSEPPE

(SAVA)

 

 

 

A CARICO CALCIATORI NON ESPULSI DAL CAMPO

SQUALIFICA PER UNA GARA PER RECIDIVA IN AMMONIZIONE (V INFR)

DISPOTO ERNESTO

(FORTIS ALTAMURA)

 

BUTTIGLIONE LUCA

(GINOSA)

DONNO SALVATORE

(GINOSA)

 

ANNESE ERMANNO

(MONTE SANT ANGELO CALCIO)

DIFINO GABRIELE

(NOICATTARO CALCIO)

 

MBENGUE SERIGNE SALIOU

(POLIMNIA CALCIO)

LISI DIEGO FABIO

(TALSANO)

 

RABINDO GIUSEPPE

(TALSANO)

CAMPIONATO PRIMA CATEGORIA

GARE DEL 3/12/2017

DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO

PREANNUNCIO DI RECLAMO

GARA DEL 3/12/2017 CANOSA - BITETTO

Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Societa' A.S.D.CANOSA si soprassiede ad ogni decisione in merito. Nel relativo paragrafo, di seguito, si riportano i provvedimenti disciplinari assunti a carico di tesserati per quanto in atti.

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI SOCIETA'

AMMENDA

Euro 400,00 CANOSA

Propri sostenitori, lanciavano una bottiglietta di acqua piena che colpiva la panchina finendo sul terreno di giuoco. (I RECIDIVA)

Euro 350,00 VIRTUS LOCOROTONDO 1948

Propri sostenitori accendevano più fumogeni sugli spalti durante tutta la gara, scuotevano violentemente la recinzione, insultavano i calciatori locali e lanciavano numero 2 bottiglie di birra e 2 lattine sul terreno di giuoco.

AMMONIZIONE

ATLETICO VEGLIE Ritardata presentazione squadra in campo.

A CARICO DIRIGENTI

INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA' FINO AL 2/ 3/2018

MANCARELLA GIUSEPPE

(LEONESSA ERCHIE)

 

 

 

In qualità di Assistente di parte tentava di aggredire un calciatore della squadra avversaria, non riuscendovi gli lanciava la bandierina colpendolo.

INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA' FINO AL 7/ 1/2018

ESPOSITO ANTONIO

(VIRTUS LECCE)

 

 

 

INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA' FINO AL 28/12/2017

BASILE PIETRO

(CANOSA)

 

CAPUTO GIOVANNI

(RAGAZZI SPRINT CRISPIANO)

CAPUZZIMATI CATALDO

(SAN MARZANO)

 

 

 

INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA' FINO AL 14/12/2017

SCATIGNA LUCIANO

(FUTURA MONTERONI)

 

GRIECO PASQUALE

(NORBA CONVERSANO)

MERICO ELVIO

(POGGIARDO)

 

 

 

A CARICO DI ALLENATORI

SQUALIFICA FINO AL 28/12/2017

VERNICE GENNARO

(CANOSA)

 

 

 

A CARICO CALCIATORI ESPULSI DAL CAMPO

SQUALIFICA PER DUE GARA/E EFFETTIVA/E

BARILE NICOLO

(BORGOROSSO MOLFETTA)

 

BIANCO COSIMO

(BRILLA CAMPI)

CAMERINO SAVINO

(CANOSA)

 

DIGIOVINAZZO LUIGI

(CANOSA)

FIORELLA DOMENICO

(CANOSA)

 

GADALETA VINCENZO

(CANOSA)

PULITO BENEDETTO D ELE

(CANOSA)

 

SPADARO ANTONIO

(CANOSA)

SOLIDORO ANDREA

(RAGAZZI SPRINT CRISPIANO)

 

 

 

SQUALIFICA PER UNA GARA/E EFFETTIVA/E

CALIOLO ANTONIO

(A.S. NUOVA SQUINZANO 2014)

 

LO VASTO PASQUALE

(ATLETICO ORTA NOVA)

FALCONE ANTONIO

(CELLE DI SAN VITO)

 

RUBINO VINCENZO

(FOOTBALL CLUB CAPURSO)

NESTOLA GIOVANNI

(LEVERANO CALCIO)

 

CALABRESE MICHELE

(MEMORY CAMPI)

SOLITO FRANCESCO

(RAGAZZI SPRINT CRISPIANO)

 

RUBINO STEFANO

(SAVELLETRI)

CICCONE MICHELE

(STORNARELLA CALCIO)

 

PAGANO DONATO

(VEGLIE)

A CARICO CALCIATORI NON ESPULSI DAL CAMPO

SQUALIFICA FINO AL 1/ 2/2018

SIMONE PIETRO

(VIRTUS ANDRIA)

 

 

 

Perchè, dalla panchina e a fine gara, si arrampicava alla recinzione di bordo campo nel tentativo di aggredire uno spettatore avversario. Successivamente, rientrato sul terreno di giuoco grazie all'intervento di un proprio compagno di squadra, colpiva con pugni e schiaffi il portiere avversario.

SQUALIFICA PER DUE GARA/E

QUACQUARELLI GIUSEPPE

(VIRTUS ANDRIA)

 

 

 

Fuori dal campo di giuoco.

SQUALIFICA PER UNA GARA PER RECIDIVA IN AMMONIZIONE (V INFR)

MORIGLIA LUCA

(ATLETICO ORTA NOVA)

 

IASPARRO VITO

(BITETTO)

MASCIULLO MATTEO

(CALCIO SOLETO)

 

FLORIO ROCCO

(CAPO DI LEUCA)

PIRRETTI ALESSANDRO

(CITTA DI RACALE)

 

MARIANO MATTEO

(GIOVENTU CALCIO CUTRO)

LUCIANO MASSIMO

(LEONESSA ERCHIE)

 

RINALDI ENRICO

(LEONESSA ERCHIE)

CULIERSI MATTEO

(LORENZO MARIANO)

 

GERVASI GIORGIO

(LORENZO MARIANO)

DIMITRI DAVIDE

(MANDURIA SPORT)

 

HAKA VAIP

(NORBA CONVERSANO)

TEODORO COSIMO

(SAN MARZANO)

 

TOTARO MATTEO

(SANCTUM NICANDRUM)

LUFINO CORRADO

(SPORTING APRICENA)

 

LAERA PAOLO

(UNITED MOTTOLA)

ADDARIO SAVERIO

(VIRTUS ANDRIA)

 

 

 

CAMPIONATO SECONDA CATEGORIA

GARE DEL 26/11/2017

DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO

GARA DEL 26/11/2017 VIRTUS MATINO - REAL GALATONE A.S.D.

Il Giudice Sportivo, esaminati gli atti ufficiali, rilevato

- che con reclamo tempestivamente preannunciato e comunicato a controparte, la società Real Galatone ASD adiva questo GS avverso il risultato della gara indicata in oggetto, chiedendo la perdita della gara a carico della controparte, evidenziando che la società Pol. Virtus Matino avesse impiegato il calciatore Seclì Andrea (18.06.1987) in posizione irregolare, poichè svincolato d'ufficio dalla stessa società, come da comunicato n. 38 del 23.11.2017;

- che da verifiche effettuate presso l'ufficio tesseramento del CR Puglia, è emerso che il calciatore Seclì Andrea (18.06.1987) risulta regolarmente tesserato con la Soc. Pol. Virtus Matino in data 24.11.2017 e che, pertanto, aveva diritto a prendere parte alla gara in oggetto del 26.11.2017;

tutto ciò premesso,

DELIBERA

- di respingere il reclamo proposto dalla società Real Galatone ASD;

- di confermare il risultato conseguito sul campo, ovvero di 2 - 1 in favore della società Pol. Virtus Matino;

- di addebitare la tassa reclamo sul conto dell'istante.

GARE DEL 3/12/2017

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DIRIGENTI

INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA' FINO AL 21/12/2017

MARTELLA LUCA

(ALESSANO)

 

 

 

A CARICO DI MASSAGGIATORI

SQUALIFICA. FINO AL 14/12/2017

SAMMALI GABRIELE

(SALVE)

 

 

 

A CARICO CALCIATORI ESPULSI DAL CAMPO

SQUALIFICA PER DUE GARA/E EFFETTIVA/E

TASSIELLI MARCO

(FOOTBALL ACQUAVIVA)

 

MELI ILARIO

(MARITTIMA)

TRICARICO GIUSEPPE

(TROIA A.S.D.)

 

 

 

SQUALIFICA PER UNA GARA/E EFFETTIVA/E

MARROCCHELLA ENZO

(ACADEMY SANNICANDRO)

 

GAMBACORTA ANTONIO

(CALCIO LATINO BARI 2015)

GRECO MICHAEL

(COLLEPASSO)

 

PESTILLI MATTEO

(GIOV.CALCIO CERIGNOLA SRL)

PERRULLI FRANCESCO

(IDEALE BARI)

 

PATELLA FEDERICO

(PUGLIA SPORT ALTAMURA)

A CARICO CALCIATORI NON ESPULSI DAL CAMPO

SQUALIFICA PER UNA GARA PER RECIDIVA IN AMMONIZIONE (V INFR)

SERVEDIO PIERO

(CALCIO PALO)

 

 

 

TRIBUNALE FEDERALE TERRITORIALE  

Il Tribunale Federale Territoriale, presieduto dall’Avv. Angelo LO VECCHIO MUSTI con la partecipazione dell’Avv. Gioacchino GHIRO e dell’Avv. Antonio CONTALDI, nella riunione del 27 Novembre 2017, ha adottato i seguenti provvedimenti:

nel procedimento

promosso dal Procuratore Federale della F.I.G.C. con atto del 6/10/2017 (prot.n.2694/1079-pfi-16-17/CS/gb) nei confronti di:

1) Falco Sabino, all’epoca dei fatti  presidente dell’A.S.D.Barletta 1922

2) Cristallo Ruggiero ,all’epoca dei fatti vice presidente dell’A.S.D.1922;

3) Bellino Vincenzo ,all’epoca dei fatti dirigente dell’A.S.D.;

4) Ferrigni Alessandro Michel ,all’epoca dei fatti dirigente dell’A.S.D.Barletta 1922;

5) Zingrillo Domenico Raffaele ,all’epoca dei fatti dirigente dell’A.S.D.Barletta 1922;  per rispondere:

-i primi cinque, nelle succitate rispettive qualità, della violazione dell’art.1/bis, comma 1 del Codice di Giustizia Sportiva per aver annullato la seduta di allenamento della prima squadra della propria società di appartenenza, prevista per il giorno 28/3/2017, così sottostando alle minacce poste in essere dai sostenitori della stessa squadra che avevano manifestato la volontà di contestare aspramente i calciatori in occasione della medesima seduta di allenamento; nonché per aver fatto giocare la prima squadra della propria società ,nelle due ultime gare del campionato di Eccellenza della Regione Puglia della stagione sportiva 2016-2017, con una maglia diversa rispetto a quella normalmente utilizzata, così sottostando alla minaccia posta in essere dai sostenitori della stessa squadra i quali, alla fine della gara del 26/3/2017 tra Barletta e Trani avevano inveito nei confronti dei calciatori definendoli indegni di indossare la maglia sociale;

la sesta:

A.S.D. Barletta 1922, a titolo di responsabilità diretta,ai sensi dell’art.4 comma 1 del Codice di Giustizia Sportiva, per i comportamenti posti in essere dal sig. Sabino Falco ,nonché a titolo di responsabilità oggettiva ai sensi dell’art.4 comma 2 del Codice di Giustizia Sportiva per i comportamenti posti in essere dai sigg.ri Ruggiero Cristallo, Vincenzo Bellino ,Alessandro Michele Ferrigni e Domenico Raffaele Zingrillo.

FATTO

Sulla base delle indagini svolte dal collaboratore della Procura Federale FIGC quest’ultima con la nota succitata del 6/10/2017, deferiva a questo Tribunale Federale Territoriale, gli incolpati su menzionati affinchè rispondessero delle violazioni loro contestate, innanzi richiamate.

Verificata la regolarità delle comunicazioni di rito il Tribunale disponeva, con racc.A.R .del 27/10/2017,la convocazione dei suddetti deferiti per l’udienza del 27/11/2017 alla quale comparivano:

L’avv. Nicola Monaco  per la Procura Federale;

L’avv. Vincenzo Todaro quale difensore della soc .ASD Barletta 1922 e dei sigg.ri  Falco Sabino, Cristallo Ruggiero e Bellino Vincenzo.

Non comparivano, benché regolarmente convocati, i sigg.ri Ferrigni Alessandro Michele e Zingrillo Domenico Raffaele.

Dichiarata chiusa la fase istruttoria dibattimentale, prendeva la parola il Procuratore Federale il quale dopo ampia discussione  chiedeva che fosse affermata la responsabilità di tutti i deferiti e fossero loro irrogate le seguenti sanzioni disciplinari:

per il sig. Falco Sabino all’epoca dei fatti Presidente dell’ASD Barletta 1922 la inibizione per la durata di mesi sei;

per il sig. Cristallo Ruggiero all’epoca dei fatti v.presidente dell’ASD Barletta 1922 la inibizione per la durata di mesi sei;

per il sig. Bellino Vincenzo all’epoca dei fatti dirigente dell’ASD Barletta 1922 la inibizione per la durata di mesi sei;

per il sig. Ferrigni Alessandro Michele all’epoca dei fatti dirigente dell’ASD Barletta 1922 la inibizione per la durata di mesi sei;

per il sig. Zingrillo Domenico Raffaele all’epoca dei fatti dirigente dell’ASD Barletta 1922 la inibizione per la durata di mesi sei;

per la ASD Barletta 1922 l’ammenda di € 1.200,00 oltre all’obbligo della disputa di una gara a porte chiuse.

Prendeva quindi la parola l’avv. Vincenzo Todaro il quale, dopo ampia discussione, chiedeva l’assoluzione con formula piena per i suoi assistiti dalle violazioni loro contestate.

Il Tribunale si riservava di decidere.

MOTIVI DELLA DECISIONE

1) Dalla documentazione acquisita al presente procedimento risulta pacificamente provata la responsabilità dei primi cinque deferiti, a seguito ed ammissioni   e per effetto delle loro stesse dichiarazioni rese, nel corso della fase istruttoria dinanzi all’Inquirente della Procura Federale, con pieno effetto e valore di auto ed etero accusa. E’ questo il motivo per il quale i sigg.ri Falco Sabino,Cristallo Ruggiero, Bellino Vincenzo Ferrigni Alessandro Michele e Zingrillo Domenico Raffaele,nelle rispettive loro qualità innanzi evidenziate,all’epoca in seno all’ASD Barletta 1922,vanno puniti con la sanzione di mesi sei per ciascuno di essi,per le violazioni loro ascritte in virtù del combinato disposto di cui all’art.1/bis comma 1 del CGS e dell’art.12 comma 8 CGS che-ai fini sanzionatori-richiama l’art.19 comma 1 lettere e) o h).

2) Alla accertata ed affermata responsabilità dei deferiti succitati per le violazioni loro ascritte, consegue l’affermazione di duplice responsabilità a carico dell’ASD Barletta 1922;

La prima: diretta per il comportamento posto

in essere dal sig. Sabino Falco (all’epoca Presidente dell’ASD Barletta 1922) ai sensi dell’art.4 comma 1 CGS;

La seconda: indiretta (ai sensi dell’art.4 comma 2 CGS) per i comportamenti posti in essere dai sig.ri Ruggiero Cristallo, Vincenzo Bellino, Alessandro Michele Ferrigni e Domenico Raffaele Zingrillo, nelle loro rispettive qualità più volte innanzi evidenziate.

Affermazione di responsabilità che ai fini sanzionatori per la società deferita ,richiamano l’art.18 comma 1 CGS (non già quindi la normativa indicata e menzionata ai fini della punibilità dei primi cinque deferiti già citati)secondo cui le sanzioni vanno commisurate alla natura ed alla gravità dei fatti occorsi.

Ritiene pertanto il Tribunale che nella determinazione della misura delle sanzioni,non possano essere trascurate le seguenti considerazioni.

Innanzi tutto quella secondo cui il principale motivo per il quale ciascuno dei primi cinque deferiti già menzionati, decisero di “….annullare l’allenamento del martedì.”e di “…  non far giocare la squadra con i colori sociali….” Al solo scopo di “….evitare possibili incidenti, quindi del tutto precauzionale…”(testuale dalle dichiarazioni dei deferiti) oltre che “…in realtà la domenica successiva ,la squadra ha giocato con la maglia sociale di colore viola,,,”(sic-ibidem).

Ne deriva che pur risultando violato il divieto di cui all’art.12 comma 8 CGS ( per aver i deferiti più volte citati aderito alle minacce dei tifosi della ASD Barletta 1922) è anche vero che le contestate violazioni risultano determinate e finalizzate essenzialmente alla tutela dei calciatori del Barletta, oggetto delle preannunziate aggressioni e minacce da parte dei propri tifosi.

va taciuta la circostanza secondo cui, per superare la manifestata protesta ,i deferiti decisero di far indossare la maglia color “viola” che è pur sempre la maglia alternativa dei colori sociali, in sostituzione di quella bianco-rossa normalmente usata.

Sulla base delle succitate considerazioni il Tribunale  pur non potendosi sottrarre dal punire i deferiti per le violazioni loro ascritte ritiene necessario e doveroso punire anche coloro che hanno dato causa alle violazioni stesse; e più segnatamente coloro che con minacce e con propositi aggressivi hanno costretto i deferiti più volte citati a violare le norme loro contestate. E’ questo pertanto il motivo per cui, alla soc. ADS Barletta 1922 va inflitta, non solo l’ammenda di € 500,00, ma anche l’obbligo  di disputare tre gare a porte chiuse al fine di scongiurare - per lungo tempo - il ripetersi delle intemperanze innanzi evidenziate.

P.Q.M

Il Tribunale Federale Territoriale Puglia, nell’affermare la responsabilità dei deferiti  ,infligge agli stessi le seguenti sanzioni :

  • Al sig. Franco Sabino (all’epoca dei fatti  presidente dell’ASD Barletta 1922) la sanzione della inibizione per la durata di mesi di mesi sei;
  • Al sig. Cristallo Ruggiero ( all’epoca dei fatti vice presidente dell’ASD Barletta 1922) la sanzione della inibizione per la durata di mesi sei;
  • Al sig. Bellino Vincenzo (all’epoca dei fatti dirigente dell’ASD Barletta 1922) la sanzione della inibizione per la durata di mesi sei;
  • Al sig. Ferrigni Alessandro Michele (all’epoca dei fatti dirigente dell’ASD Barletta 1922),la sanzione della inibizione per la durata di mesi sei;
  • Al sig. Zingrillo Domenico Raffaele (all’epoca dei fatti dirigente della ASD Barletta 1922), la sanzione della inibizione per la durata di mesi sei;
  • Alla soc. ASD Barletta 1922 l’ammenda di € 500,00 (cinquecento) e l’obbligo di disputare tre gare ufficiali del campionato di competenza a porte chiuse.

Così deciso in Bari nella camera di consiglio del Tribunale Territoriale Puglia  del 27/11/2017.

Francesco Beccia