Calcio a 5. Under 21. Fuorigrotta che peccato, passa il Bisceglie

Il Fuorigrotta al gran completo.
Il Fuorigrotta al gran completo.
- 9172 letture

Sedicesimi poule scudetto. Si ferma ai sedicesimi di finale il sogno del Futsal Fuorigrotta, che al primo anno nella categoria Under 21 arriva tra le prime 32 a livello nazionale. Resta però il rammarico per la grande opportunità sprecata, dopo aver dominato la gara d’andata (a pochi minuti dal termine vincevano 4-2, poi arrivò il pari) e con la qualificazione in tasca fino all’ultimo minuto. A pochi secondi dalla fine dei supplementari il Futsal Bisceglie trova la rete del passaggio del turno.

Ma andiamo con ordine. Nella gara d’andata il Fuorigrotta aveva il pieno dominio del campo, con una prima frazione praticamente a senso unico ed un risultato che sembrava tranquillo quando mancavano pochi minuti al triplice fischio. Una distrazione portò al 4-3, ed un incredibile errore in fase offensiva portò dal potenziale 5-3 al definitivo 4-4.

In terra pugliese i napoletani partono forte, sfiorando subito la rete dopo poco più di un minuto di gioco. Cinque giri di lancetta ed i locali sbloccano il punteggio, con Di Pierro su azione di Ferrucci; il vantaggio dura un minuto, prima che De Simone riporti l’equilibrio. Lo stesso De Simone completa la rimonta al 17°, concretizzando un ottimo contropiede della compagine campana. Sul finale di tempo il Fuorigrotta sfiora due volte il tris, ma la retroguardia pugliese regge, con Acquaviva e Graziani sugli scudi.

La ripresa parte tutta a vantaggio dei locali con Ferrucci, che prima firma il pari su assist di Sasso e poi concede il bis, ben servito da Di Pierro, tutto nel giro di tre minuti. I campani non devono aspettare molto prima di firmare il nuovo pareggio, con Piantadosi. Il Bisceglie resta in inferiorità numerica, causa l’espulsione di Natale Di Benedetto, ma riesce ugualmente a sfiorare la rete, con Perugino che si mangia un gol fatto. Al 15° arriva il nuovo sorpasso ospite, firmato Calabrese, abile ad approfittare di una indecisione locale. I pugliesi rischiano di capitolare, ma Di Pierro salva sulla linea, evitando il 5-3. Salvataggio che dà la carica e mister Di Chiano osa la carta del portiere di movimento; mossa perfetta perché dopo soli sette secondi arriva il 4-4, firmato Acquaviva. Nei secondi restanti non cambia nulla e si va ai supplementari.

La gara si decide a soli 31 secondi dal triplice fischio, quando Nicolantonio Di Benedetto riceve palla da Acquaviva e piazza un tiro preciso, con la palla che passa sotto le gambe di Spiroux. Bernardo prova la carta del quinto giocatore, ma la retroguardia locale non concede spazi, facendo esplodere la festa del Paladolmen. Finisce 5-4, con il Bisceglie che passa agli ottavi, dove affronterà il Block Stern Cisternino, mentre il Fuorigrotta esce a testa alta dal campo. I campani adesso potranno focalizzare i proprio sforzi sulla prima squadra, impegnata nei play off per la serie B.

Giuseppe Borrelli