Calciomercato LIVE

Canosa, Basile: "Quanto successo non ha nulla a che vedere col calcio"

Caos Canosa-Bitetto
Caos Canosa-Bitetto

Le decisioni del Giudice Sportivo relative al match di 1^ Categoria tra Canosa e Bitetto hanno lasciato letteralmente di stucco l'ambiente rossoblu. 

La nostra redazione ha contattato il presidente Pietro Basile, che ci ha fornito la sua versione dei fatti: "Quello che è successo non ha nulla a che vedere con il calcio. Gli arbitri di queste categorie non hanno una preparazione adeguata, molto spesso ci mandano dei ragazzini che alla fine commettono errori grossolani che vanificano il lavoro di mesi. I campionati anche in queste categorie costano e non si può dare una tale responsabilità a dei ragazzi con poca esperienza. Quanto successo domenica non ha precedenti: l'arbitro fischia la fine con sei minuti di anticipo, senza motivo. Io sono stato espulso perchè quando mi sono alzato per lamentarmi, l'arbitro mi ha detto di stare seduto, mentre la panchina dell'altra squadra era tutta in piedi. Sono stati espulsi altri 4 giocatori completamente estranei a qualsiasi tipo di rapporto con lui. Evidentemente si sarà reso conto di aver fischiato la fine con molto anticipo ed ha trovato il modo per ovviare al suo errore, espellendo altri 4 nostri calciatori. Noi abbiamo inoltrato già ricorso e chiediamo la ripetizione del match per errore tecnico: le espulsioni non risultano dal referto, quindi il match non poteva essere sospeso per mancanza di giocatori".

Si attendono dunque le decisioni del Giudice Sportivo, visto che il risultato del match non è stato omologato.

La Redazione