Canosa, inaugurato bene il 2019: Ideale Bari sconfitto 3-1

Canosa Calcio (ph. Melcarne)
Canosa Calcio (ph. Melcarne)

Era necessario iniziare l’anno nel migliore e così è stato per il Canosa Calcio di mister Gianluigi Trallo che batte a domicilio l’ostico Ideale Bari e si riporta dopo parecchio tempo in terza posizione, tallonato però a pari punti dallo Stornarella.

Si sa, la partita che segue le festività natalizie non è mai facile però nonostante ciò, i rossoblù sono riusciti ad interpretare al meglio la partita, portando a casa tre punti più che importanti. La tifoseria canosina confidava fidente nei propri giocatori che ora possono iniziare a pensare al prossimo impegno in casa dello Stornarella, in una partita che rappresenterà un vero e proprio esame di maturità per capitan Landolfi e compagni.

Mister Trallo schiera i suoi con un collaudato 4-4-2 con Crisantemo in porta, Dattoli, Abruzzese, Manasterliu e Cardinale, centrocampo composto da Loconte, Landolfi, Lops e D’Ambrosio e tandem d’attacco composto da Ardito e Caputo. Ancora in panchina Babucar e Lasalandra, alla ricerca della sua migliore condizione fisica. Pronti, via e l’Ideale Bari si rende subito pericoloso con alcuni tentativi che però trovano pronto Crisantemo in più circostanze. All’8’ infatti Rinaldi su punizione per poco non sorprende Crisanemo che però è bravo a neutralizzare. Ci pensa invece Caputo per i canosini ad impensierire il portiere di casa, ma il suo tentativo viene facilmente neutralizzato. Al primo affondo però intorno al 20’, un cinico Canosa si porta in vantaggio: ripartenza tutta di prima, gran bel crosso nel mezzo di Caputo e rete di Ardito che buca Anaclerio e che si fa trovare pronto all’appuntamento con il gol, mettendo a segno tra l’altro la sua prima marcatura stagionale. Il resto della prima frazione di gioco vede tanto possesso palla senza il proliferarsi di chiare ed evidenti occasioni, avviandosi così verso la conclusione sul risultato di 0-1. I baresi si affacciano dalle parti di Crisantemo con Lavermicocca e Minguzzi ma il portiere canosino è attento e para.  

La seconda frazione di gioco ricalca per sommi capi le orme del primo fino a quando al 57’ Ardito dalla trequarti non insacca la palla per lo 0-2. Non contento, l’attaccante arrivato durante la sessione invernale di mercato, al 70’ realizza una rete di pregevolissima fattura su assist di Caputo, calciando al volo dal limite dell’area e realizzando la sua personale tripletta . Con il risultato in cassaforte, mister Trallo inizia la girandola dei cambi con Lasalandra al posto di Caputo e Di Gennaro al posto di Cardinale. All’82’ i baresi restano in dieci ma poco dopo all’85’ vanno in rete su palla inattiva con Gallo portando lo score sul definitivo 1-3. Da segnalare inoltre l’ammonizione ingiusta ai danni di capitan Landolfi che sarà costretto a saltare la trasferta di Stornarella. Vittoria doveva essere e vittoria è stata per il Canosa Calcio che inaugura un 2019 che dovrà per forza di cose vederla protagonista. I risultati della 15a giornata di campionato vedono la Sly United vincere a Manfredonia 0-3, il Borgorosso Molfetta tornare a fare i tre punti dopo le recenti battute d’arresto sconfiggendo nel derby la Virtus Molfetta per 5-0, il Palo essere sconfitto fra le mura amiche per 1-3 dalla Foggia Incedit, il Modugno cedere in casa della Nuova Daunia per 2-0 e lo Stornarella pareggiare in casa 1-1 contro un Real Sannicandro che pian piano sta risalendo la classifica. Senza considerare il rinvio del match fra Andria e Manfredonia, la classifica attuale vede a parte il duello per la promozione diretta fra Sly United a quota 43 punti e Manfredonia a 39 punti ( una partita in meno), il Canosa Calcio tornare ad occupare la terza piazza a quota 32 punti in concomitanza con lo Stornarella quarto per differenza reti e con il Borgorosso Molfetta quinto a quota 30 punti. La lotta per la terza piazza è più viva per mai e il prossimo impegno dei rossoblù in casa dello Stornarella, significherebbe in caso di risultato positivo, dare un chiaro segnale alle dirette pretendenti.

Articolo a cura di Sabino Del Latte

La Redazione

Leggi altre notizie:CANOSA