Canosa, colpaccio sul terreno dello Stornarella: decide Ardito

Canosa Calcio (ph. Lucia Melcarne)
Canosa Calcio (ph. Lucia Melcarne)

E’ un Canosa Calcio da leccarsi i baffi! Sì, proprio così, perché i rossoblù di mister Gianluigi Trallo grazie ad una ottima prestazione corale, sbancano lo “Scirea” di Stornara per 1-2, lanciando al contempo un segnale significativo al campionato per quanto riguarda la corsa al terzo posto.

I canosini, dopo essere stati in svantaggio, hanno reagito alla grande sconfiggendo uno Stornarella che veniva da undici risultati consecutivi e che non perdeva dal 14 ottobre 2018. Tre punti fondamentali ai fini di una classifica che se non fosse stato per i tre punti persi a tavolino, avrebbe visto i nostri beniamini da soli al terzo posto e che ora invece li vede al quarto posto a meno uno dalla terza posizione occupata dal Borgorosso Molfetta. Una prestazione caratterizzata da grinta, tecnica, tattica e sacrificio, ha confermato l’ottimo stato di forma del Canosa Calcio che partita dopo partita sta dimostrando il suo vero valore e che ha regalato alla sua tifoseria una grande soddisfazione, fidente che la propria squadra sarebbe riuscita a portare a casa l’intera posta in palio. Il match andato in scena quest’oggi a Stornarella ha rappresentato un significativo spartiacque nella stagione dei canosini che quindi superano a pieni voti un autentico esame di maturità.

Mister Trallo, orfano di capitan Landolfi, schiera i suoi con un 4-4-2 con Crisantemo in porta, linea difensiva composta da Dattoli, Abruzzese, Manasterliu e Cardinale, centrocampo con Valentino e Lops in cabina di regia con ai loro fianchi Loconte e D’Ambrosio. Tandem d’attacco composto dalla coppia Ardito- Caputo che ben si è destreggiata anche quest’oggi fra le maglie della retroguardia stornarellese. L’undici titolare dello Stornarella di mister Pino De Martino è invece composto da Lodia, Garbetta, Catalano, Compierchio, Cassotta, Ronzulli, Zagaria, Iungo, Magaldi, Zingarelli e bomber Vittorio Pugliese.

L’inizio di gara è tutto di marca stornarellese e al primo vero pericolo del match, i padroni di casa al 17’ si portano in vantaggio con il solito Pugliese che sfrutta la sua imbucata centrale e castiga Crisantemo per l’1-0. La rete subita suona come un campanello d’allarme per i rossoblù che iniziano minuto dopo minuto a prendere in mano i comandi delle operazioni. Il pareggio del Canosa non si fa attendere e al 24’ sugli sviluppi di calcio d’angolo, Dattoli alla sua seconda marcatura stagionale, insacca per la rete dell’1-1 fra l’entusiasmo del folto pubblico canosino accorso allo “Scirea” di Stornarella. Galvanizzata dalla rete, la formazione di mister Trallo si getta alla ricerca del raddoppio grazie ad un buon possesso palla, misto a intelligenza tattica e tanto dinamismo. Al 30’ ci prova Ardito ma il suo tiro termina fuori mentre al 45’ la punizione di Cassotta termina sul fondo. Ad un minuto dal termine della prima frazione però, i canosini si rendono pericolosissimi con la combinazione fra Ardito e Loconte, con quest’ultimo al tiro che vede la deviazione del portiere di casa Lodia sulla traversa.

Il secondo tempo si apre invece con un grande pericolo corso dalla retroguardia rossoblù con Pugliese che colpisce in pieno l’incrocio dei pali. Al 55’ ci riprovano gli stornarellesi con Zagaria ma Crisantemo è attento e para. Al 63’ primo cambio per mister Trallo che inserisce Lasalandra al posto di un buon Caputo, apparso in palla e che continua a collezionare buone prestazioni. Al 70’ ci prova Loconte su punizione con Lodia che è attento nella circostanza e smanaccia prima che al 74’ Ardito lanciato a rete da un lancio millimetrico di Cardinale, non insacchi con un delizioso pallonetto il portiere di casa in uscita, portando i suoi sul meritato 1-2. I padroni di casa, sotto nel risultato, provano a riaprire il match all’ 81’ ma Pugliese su punizione colpisce in pieno il palo. Nel finale, dentro anche Babu e Di Molfetta al posto di Ardito e D’Ambrosio mentre nei minuti di recupero c’è spazio anche per alcune proteste dei nostri beniamini per un dubbio calcio di rigore non assegnato. Al fischio finale però è festa per il Canosa Calcio che porta a quattro le vittorie consecutive (sul campo).

Tre punti che danno consapevolezza dei propri mezzi e tanto entusiasmo in vista dei prossimi impegni che attendono la formazione del presidente Tedeschi, aspettando ovviamente il controricorso riguardante il match disputato e vinto sul campo 0-3 a Manfredonia, che nel caso in cui venisse accolto, proietterebbe i ragazzi di Gigi Trallo soli al terzo posto. I risultati della 16a giornata di campionato, vedono l’unica vittoria casalinga a opera del Borgorosso Molfetta contro la Foggia Incedit per 1-0 mentre vincono in trasferta il Manfredonia sul campo del Real Sannicandro per 1-3 e la Sly a tavolino 0-3 ai danni del Palo. Pareggi invece sono quelli maturati fra Manfredonia Football Club e Molfetta per 0-0, fra Andria e Modugno per 2-2  e fra Nuova Daunia e Lucera sempre per due a due. La classifica vede quindi la capolista Sly a quota 46 punti seguito dal Manfredonia a 42 punti ma con una gara da recuperare. Terzo il Borgorosso a quota 33 punti, tallonata dal Canosa quarto a 32 punti e con lo Stornarella a pari punti con i nostri beniamini ma quinti per differenza reti.

Il prossimo match del Canosa Calcio fra le mura amiche contro il Palo del Colle verrà vinto a tavolino dai padroni di casa visto il ritiro della squadra barese dal campionato mentre si ritornerà in campo il 27 gennaio in casa della Foggia Incedit. Il campionato è bello vivo e in particolare la lotta per la zona play-off è bella viva, spetta al Canosa continuarla a renderla spettacolare.

Sabino Del Latte 

La Redazione

Leggi altre notizie:CANOSA