L' UC Bisceglie lotta ma non basta: al "Di Liddo" passa il Casarano

UC Bisceglie (ph. Marcello Papagni)
UC Bisceglie (ph. Marcello Papagni)

Terza sconfitta consecutiva, seconda casalinga per l’Unione Calcio che cede per 1-0 al Casarano nel match valevole per la ventunesima giornata di campionato. Una gara molto equilibrata e decisa dal tiro di Palmisano nel cuore della ripresa.

Mister Di Corato deve fare a meno delle assenze di Lullo, Grazioso e Compierchio affidandosi all’under Di Bari tra i pali, linea difensiva composta da Bufi, Quercia, Palumbo, de Giosa e Quacquarelli, a centrocampo D’Addato, Palumbo e Marinaro, in attacco Triggiani ed Albrizio.

Il primo sussulto della gara arriva al 9’ quando Albrizio si rende protagonista di una conclusione al volo che termina di poco fuori. Un minuto dopo ci prova Agodirin ma il suo tentativo non sortisce gli effetti sperati. Successivamente si assiste ad un match spezzettato con le due squadre che non creano occasioni degne di nota.

Da un primo tempo scarno di emozioni, si assiste una seconda frazione molto tonica. Al 6’ il calcio di punizione di Triggiani, sbatte sul palo, complice la decisiva deviazione di Grasso mentre al 16’ gli ospiti pareggiano i conti dei pali con Palmisano, artefice di un colpo di testa sul cross di Bonasia che incoccia la parte superiore della traversa. Otto minuti dopo, cambia il risultato. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Vicedomini calcia dal limite, Quercia interviene in scivolata, sbarrando lo specchio della porta al capitano salentino, il direttore di gara ravvede un tocco di mani del difensore azzurro ed ammonisce per la seconda volta nel giro di pochi minuti il difensore azzurro concedendo un calcio di punizione dal limite per il Casarano. Si incarica della battuta lo stesso Vicedomini, il cui tiro viene respinto dalla barriera ma si scatena un batti e ribatti che trova Palmisano pronto per la deviazione vincente. Il gol siglato e la superiorità numerica galvanizzano la capolista ed al 27’ Di Bari respinge in corner la punizione, da posizione defilata, di Esposito. Al 29’ Caputo va vicino al raddoppio con un colpo di testa che termina di poco alta mentre, al 45’ Triggiani tenta la via del gol ma Grasso disinnesca la sua conclusione. Nell’ultimo minuto di recupero, l’Unione Calcio rimedia la seconda espulsione; rischioso passaggio orizzontale sulla linea di difesa,a pochi metri dall’area di rigore, Palmisano conquista la sfera, a questo punto Quacquarelli interviene in maniera scomposta venendo espulso.

A seguito del kappaò in questione, l’Unione Calcio rimane a quota 20 punti in classifica venendo scavalcata in classifica dal Mesagne vittorioso per 1-0 sul Vieste.

Nel prossimo turno, che si disputerà domenica 10 febbraio, i biscegliesi affronteranno l’Otranto al “Di Liddo”. Fischio d’inizio ore 15.00

 

UNIONE CALCIO – CASARANO 0-1 (0-0 p.t.)

 

UNIONE CALCIO: Di Bari, Bufi, Quercia, Palumbo, de Giosa, D’Addato (34’s.t.Ingredda), Quacquarelli, Paolillo (23’s.t.Petrachi), Albrizio, Triggiani, Marinaro (30’s.t.De Mango). A disp: Napoletano, Losacco, Goffredo, Sannicandro, Padalino. All: Di Corato

 

CASARANO: Grasso, Lobjanidze, Dall’Oglio (11’s.t.Esposito), Vicedomini, D’Aiello, Bonasia, Palmisano, Cappilli (11’s.t.Diagne), Di Rito, Caputo, Agodirin (44’s.t. Cianci). A disp: Iuliano, Carrano, Mincica, Touray, Presicce, Montagnolo. All: De Candia

 

MARCATORI: 25’s.t. Palmisano (C)

 

AMMONITI: de Giosa (U), Dall’Oglio (C), Vicedomini (C), Palmisano (C), Cappilli (C)

 

ESPULSI: 24’s.t. Quercia (U), 48’s.t. Quacquarelli (U)     

 

Ufficio Stampa Unione Calcio Bisceglie

 

 

La Redazione