Il Canosa vince con il minimo sforzo: 2-0 alla Gioventù Cerignola

Canosa Calcio (Ph. Sergio Porcelli)
Canosa Calcio (Ph. Sergio Porcelli)

E’ bastato il minimo sforzo al Canosa Calcio di mister Gianluigi Trallo per espugnare il campo della Gioventù Calcio Cerignola. Infatti, al termine dei novanta minuti, i rossoblù si impongono per due reti a zero pur non disputando una partita entusiasmante.

Il match, al contrario di quanto previsto, si è presentato più insidioso e ricco di difficoltà ma i canosini, anche se con una prestazione opaca, ottengono la seconda vittoria consecutiva che va a consolidare la terza posizione in classifica. Così, vista la contemporanea sconfitta dello Stornarella per 2-1 sul campo del Manfredonia Football Club, il sodalizio del presidente Tedeschi si ritrova con quattro punti di vantaggio su una diretta concorrente per i play-off. In vista delle cinque giornate che mancano al termine della regular season, i rossoblù possono ora far mente locale e cercare di tenere a debita distanza gli stornarellesi, così da evitare brutte sorprese.

Nonostante la prestazione incolore, le note positive di giornata portano la firma di Ezio Ardito e di Gigi Lasalandra: il primo in quanto è riuscito a mettere a segno una doppietta e il secondo perché appena rientrato dall’infortunio, è riuscito a rendersi subito determinante con un assist per il raddoppio del Canosa. Da segnalare anche l’ennesimo cleen sheat della stagione, a testimonianza del fatto che la retroguardia canosina non abbia nulla da invidiare neanche a chi la precede. Mister Gianluigi Trallo orfano dello squalificato Cardinale, recupera Lasalandra e schiera i suoi con un 4-4-2 con Crisantemo fra i pali, linea difensiva composta da Dattoli, Abruzzese, Manasterliu e Somma, centrocampo con Landolfi, Lops, Loconte e D’Ambrosio e tandem d’attacco composto da Ardito e da Babucar, che sostituisce l’infortunato Caputo. A dir la verità, l’avvio del match e tutta la prima frazione di gioco, sarà caratterizzata da tanto attendismo, individualismo e poche occasioni da rete poiché sarà l’equilibrio a farla da padrone. Occasioni degne di nota non si verranno a verificare e così in apertura di ripresa e per la precisione al 51’, mister Trallo prova a dare una scossa ai suoi inserendo Di Molfetta al posto di Babucar. La formazione canosina entra in campo con un piglio diverso allo scopo di sbrigare in fretta la pratica e il neo-entrato Di Molfetta riuscirà, al termine dei novanta minuti, a dare il suo importante apporto. Così, al 55’, è Ardito a portare i suoi in vantaggio: D’Ambrosio crossa dalla destra, Di Molfetta colpisce la traversa e sulla ribattuta è l’attaccante rossoblù il più lesto nell’ insaccare in rete lo 0-1. Il Canosa cerca di controllare il match ma come è suo solito, rischia di subire il pareggio a causa di piccole disattenzioni che fortunatamente, almeno in questo caso, non sono state pagate a caro prezzo. Al 62’ mister Trallo richiama a sé Dattoli inserendo Valentino mentre al 70’ è il turno di Lasalandra che va a rilevare nell’undici di partenza D’Ambrosio. Ancora una volta i cambi risultano decisivi e così al 78’ proprio Lasalandra imbecca con un ottimo assist Ardito che in area di rigore, ha il tempo di controllare la palla e di calciarla per la rete del definitivo 0-2. Il Canosa Calcio quindi espugna Cerignola e torna a tenere a debita distanza lo Stornarella. Vincere pur non giocando bene è un risultato che solo una squadra ben quadrata e con personalità, riesce a conseguire. Certo, i cali di concentrazione sono sempre presenti ma purtroppo questo è uno dei lati negativi di questa squadra che nonostante i numerosi appelli del proprio allenatore, continua a compiere lo stesso errore.

I risultati della 25a giornata del campionato di Prima Categoria vedono la Sly essere fermata sull’1-1 in casa del Modugno, il Manfredonia vincere a domicilio della Virtus Molfetta  per 1-5 e lo Stornarella essere sconfitta dall’altra squadra sipontina e cioè il Manfredonia Football Club per 2-1. A parte la vittoria a tavolino dell’Ideale Bari contro il Palo del Colle, chiudono il quadro della giornata la vittoria casalinga del Lucera per 3-0 contro il Foggia Incedit, quella della Nuova Daunia 3-1 contro il Sannicandro ed infine quella a firma dell’Andria per 2-1 a spese del Borgorosso Molfetta. Così, a cinque giornate dal termine, la classifica vede la capolista Sly United a quota 67 punti,  tallonata dal Manfredonia a quota 66 punti. Segue in terza posizione il Canosa con 54 punti e lo Stornarella quarto con 50 punti all’attivo. Più staccato Il Borgorosso a 43 mentre chiudono la graduatoria il Foggia Incedit con 22 punti, la Gioventù Calcio con 14 e il Palo del Colle con 3 punti. Prossimo impegno per i rossoblù domenica prossima fra le mura amiche contro la Nuova Daunia per mettere una seria ipoteca sulla terza piazza della classifica e quindi sui play-off.

Nel post-partita abbiamo avuto modo di intervistare Davide Di Molfetta che nelle ultime partite si sta facendo trovare sempre pronto grazie alle sue ottime prestazioni.

DAVIDE DI MOLFETTA:”Penso di essere stato utile alla squadra quest’oggi nel poter sbloccare la partita. Cerco di impegnarmi sempre al massimo e sono contento di aver dato il mio contributo. Dopo la partita giocata ieri con la juniores, oggi verso la fine del match ho accusato un po’ di stanchezza ma l’importante è esser riusciti a portare a casa l’intera posta in palio.  Tutti abbiamo come obiettivo quello di conservare la terza posizione in classifica e a cinque giornate dal termine l’obiettivo è sempre più a portata di mano. Ieri sono andato in rete due volte con la Juniores ma ciò che io vorrei fare con più frequenza è andare in rete con la prima squadra. Il mio augurio personale da qui a fine stagione è quello di poter fare il salto di categoria con la squadra della mia città ma so che non è facile. Canosa e i suoi tifosi meritano ben altri palcoscenici!”.

Sabino Del Latte

Sabino Aduasio

Leggi altre notizie:CANOSA