Canosa: domani esame di maturità per i rossoblu in casa del Lucera

Canosa Calcio (ph. Lucia Melcarne)
Canosa Calcio (ph. Lucia Melcarne)

Dopo l’inatteso pareggio arrivato domenica scorsa fra le mura amiche contro la Nuova Daunia, il Canosa Calcio di mister Gianluigi Trallo inizia a proiettarsi in vista del prossimo impegno che lo attende. Infatti, i rossoblù saranno attesi in terra foggiana dal Lucera in un match spartiacque che rappresenterà un vero e proprio esame di maturità per tutta la squadra.

Alla fine del campionato mancano quattro partite e di certo non sarà facile conservare la terza posizione in classifica, visto il pressing dello Stornarella a meno due punti dai canosini. Contro la Nuova Daunia, la sensazione al termine dell’incontro è stata quella che si sarebbe potuto benissimo fare di più. In una partita priva di emozioni e a tratti noiosa, è mancata quella fiammata che in altre occasioni è stato possibile avere vedi la vittoria contro il Modugno. Insomma, sarebbe stata necessaria la cosiddetta “vittoria sporca” che questa volta però non è maturata. Certo, ai nostri beniamini non è stato fischiato un rigore clamoroso ma come detto da mister Trallo nei giorni precedenti, come sbaglia la squadra, sbaglia anche l’arbitro. I tre punti avrebbero rinviato a data da destinarsi tutti questi discorsi ma invece ci si ritrova ad analizzare una prestazione che in fin dei conti, ha deluso un po’ le aspettative di tutti.

L’auspicio di tutti era quello di vedere il Canosa ancora una volta vittorioso, in maniera tale da consolidare la terza piazza ma al contrario di quanto ipotizzato, i canosini sono apparsi scarichi e prevedibili, al cospetto di una Nuova Daunia che ha fatto di tutto per disputare una partita maschia e scorretta. In particolare, ciò che è venuto a mancare è stata la fantasia e l’estro di alcuni elementi che in altre occasioni, sono riusciti a caricarsi la squadra sulle spalle. Anche i vari Loconte e D’Ambrosio non erano nella loro giornata migliore e nonostante l’ingresso a gara in corso di Lasalandra, la vivacità e la velocità di manovra sono tardate ad arrivare. E’ come se mancasse qualcosa lì in mezzo al campo, il reparto forse più debole della rosa a disposizione di mister Gianluigi Trallo. Unica nota positiva di giornata la solita solidità difensiva, l’arma in più dei rossoblù perché se non si riesce a segnare, è altrettanto importante non subire reti. Non a caso, la retroguardia del Canosa Calcio è la terza migliore dell’intero raggruppamento e a lungo andare, questo dato potrebbe risultare determinante.

Archiviato così il passo falso di domenica scorsa, è ora di iniziare a pensare al prossimo avversario che sarà sicuramente di una caratura maggiore rispetto alla Nuova Daunia. Infatti, lo Sport Lucera per quanto non possa raggiungere i play off, non giocherà di certo una partita arrendevole, poiché il loro scopo sarà quello di continuare a ben figurare in vista di questo finale di stagione. I dauni, dopo un pessimo avvio di stagione, hanno risalito pian piano la classifica cambiando anche i propri obiettivi stagionali. La rosa durante la sessione invernale di mercato è stata rinforzata ottimamente ma purtroppo per loro, il tutto è stato effettuato forse troppo tardi. La risalita della squadra foggiana coincise proprio con il match d’andata al San Sabino dove a sorpresa, il Lucera riuscì ad imporsi per 1-2. Ciò deve essere di monito per tutta la squadra perché errare è umano, perseverare è diabolico. Infatti, i nostri beniamini durante l’arco della stagione si sono giocati molti jolly ed ora si è arrivati ad un punto dove il primo che incappa in uno sbaglio, rischia di pagarlo veramente a caro prezzo e non a caso, un esito diverso dalla vittoria, rimetterebbe in discussione il posto del Canosa nella griglia play-off. Il Lucera è attualmente sesto in classifica con 39 punti frutto di 12 vittorie, 3 pareggi e 11 sconfitte e nei suoi ultimi tre impegni ha collezionato due vittorie, un pareggio e tre sconfitte, di cui due maturate contro le prime due della classe. Il loro rendimento casalingo non è male ed infatti a testimonianza della loro attuale posizione, è il sesto di questa speciale classifica con otto vittorie, un pareggio e quattro sconfitte. I foggiani hanno inoltre realizzato 38 reti e ne hanno subite al contempo 41. Per quanto riguarda la loro rosa, da tenere d’occhio c’è sicuramente il capocannoniere della squadra e cioè Ruben Rizzi con 11 reti realizzate.

Così, a quattro giornate dal termine della regular season, il programma della 27a giornata vede lo Stornarella essere ricevuto dalla Virtus Andria, il Manfredonia far visita alla Nuova Daunia e il Molfetta ospitare la Sly United. Completano il quadro Gioventù Calcio Cerignola- Modugno, Manfredonia-Foggia Incedit ed Ideale Bari-Real Sannicandro. La stagione è agli sgoccioli e questi ultimi quattro impegni dovranno essere poveri di sbavature, così da godersi al meglio questo entusiasmante finale di stagione.

Sabino Del Latte

La Redazione

Leggi altre notizie:CANOSA