Terremoto in casa Utd Sly Trani: Quarto medita il clamoroso addio - I AM CALCIO BAT

Terremoto in casa Utd Sly Trani: Quarto medita il clamoroso addio

Danilo Quarto
Danilo Quarto
BatEccellenza Girone A

Incredibile quanto sta avvenendo in queste ore a Trani. Il presidente Danilo Quarto starebbe meditando un clamoroso addio al progetto.

Nella tarda serata di ieri il vulcanico presidente aveva pubblicato questo post, poi rimosso: “In queste settimane ho riflettuto molto, passando notti insonne , e dedicando come sempre tutto me stesso come mia consueta abitudine, da 5 anni prendo 80 voli l’anno , spendo centinaia di migliaia di euro al mese , rinuncio ad ogni cosa , metto da parte le cose più importanti della mia vita come la mia Donna, la mia Famiglia ed i miei cani, ho trascurato le mie aziende. Da aprile ogni minuto ed ogni mia energia l’ho impiegata solo ed esclusivamente verso quella che dovrebbe essere solo una passione ed un divertimento...Questo doveva essere un anno diverso, un anno in cui potevo prendermi i miei giusti meriti ... ma e’ anche l’anno che ci ricorderemo tutti di questo maledetto Covid-19 , che sta cambiando totalmente il mondo .Mi sarei aspettato molto di più, forse sono uno che e’ abituato a dare tanto e si aspetta ogni tanto di ricevere un po’ di gratitudine, ma ad oggi gli sponsor provenenti dall’imprenditoria locale sono stati pochissimi, ma li ringrazio e li apprezzo. Parlavo di 3000 abbonamenti, ne abbiamo superati di poco 300, molti penseranno che è un record per la categoria , forse sono io che mi illudo. Ad oggi 8 agosto - aggiunge - non ho le chiavi dello stadio , ahimè , so che sembra strano ma è così . In 4 mesi , non ho MAI ricevuto una chiamata da nessun organo istituzionale ... nonostante io abbia portato in città il mio sangue . Nella mia vita non mi ha mai regalato nulla nessuno e ne sono fiero, ma da sempre ho avuto 2 cose le palle ed il mio carattere. Il titolo che sul campo ho conquistato preferisco lasciarlo in mano a mio padre , alla fine e’ giusto così! Sinceramente ora sono stanco ... stanco di essere lo zio paperone , ho fatto star bene troppe persone ... ora e’ giusto che mi riprendo in mano la mia vita (sponsor ed abbonamenti saranno restituiti)”.

Successivamente è scomparsa da Facebook la pagina ufficiale del club

La Redazione